Antico Cimitero Inglese di Livorno: aggiornamento #2 martedì, Mag 11 2010 

Qualche giorno fa è stata completata la prima indagine e censimento delle tombe. Tutte le sei zone sono state esaminate al 100%. Il compito è stato molto favorito dall’instancabile lavoro degli amici Francesco e Roberto, ai quali mi sono unito spesso e volentieri nel lavoro di pulizia.

Escludendo per il momento i frammenti identificati ma senza collocazione, le fondazioni di tombe distrutte e le tombe che non presentano iscrizioni, il totale delle sepolture censite ammonta a 417. In questo numero sono conteggiate come distinte le sepolture di persone della stessa famiglia all’interno di una singola tomba. Il conteggio del numero di monumenti è invece più problematico, a causa dell’assemblamento che ne è stato fatto in epoca post-bellica; vi sono infatti varie tombe che potrebbero essere conteggiate singolarmente ma, in realtà, risultano essere tombe distinte, sovrapposte successivamente, di persone senza alcuna relazione reciproca.

Va qui dato atto alla Venerabile Arciconfraternita della Misericordia, che gestisce entrambi i Cimiteri Inglesi di Livorno per conto del Consolato Inglese di Firenze, di aver fin dall’inizio favorito e incoraggiato il nostro lavoro, mostrandosi interessata e disponibile per ogni nostra esigenza nonostante le oggettive e ben note difficoltà economiche: dagli strumenti di lavoro sostituiti quando si sono rotti, alla fornitura di acqua per annaffiare e pulire, ai numerosi colloqui formali e informali. La stessa disponibilità c’è stata anche per visitare il Nuovo Cimitero Inglese grazie anche al suo custode, il Sig. Vito Favale. Un ringraziamento particolare per il Sig. Antonio Donati che mi ha permesso di visionare i registri e le tombe antiche presso i Cimiteri della Misericordia. Ci scusiamo dell’omissione temporanea di altre persone di cui magari conosciamo solo parzialmente il nome.

Ringraziamo il Preposto della Misericordia, il neo-eletto Enrico Della Bella, che ha gratificato i nostri sforzi con la sua stima e il suo interesse, ponendo le basi per ulteriori sviluppi.

In questo post non appaiono né immagini né il banner iniziale perché, per mia leggerezza, non ho ancora chiarito completamente la problematica delle autorizzazioni alla pubblicazione su questo sito. Sarà mia premura risolvere la questione quanto prima. Spero presto di poter anche fare un aggiornamento sulla parte della mappatura del cimitero.

Annunci

Antico Cimitero Inglese di Livorno: frammenti venerdì, Apr 23 2010 

Proseguiamo sull’argomento dei frammenti. Ecco un esempio dettagliato del processo di analisi e attribuzione dei frammenti alle tombe originali tramite l’uso di alcuni semplici strumenti informatici.

Qualche giorno fa, durante la pulizia di una parte della zona C1, vicino alla tomba di Honoria Stacpoole,  abbiamo trovato tracce di (altro…)

Antico Cimitero Inglese di Livorno: aggiornamento martedì, Apr 20 2010 

L’indagine prosegue quotidianamente. Con oggi ho potuto esaminare 411 tombe e fare fotografie a 315 di esse (77%).

La copertura delle sei zone è al momento la seguente:

A1: 100%  B1: 97,1%  C1: 88,5%  A2: 97,4%  B2: 33,6%  C2: 85,7%

Stiamo avendo grossi problemi con le (altro…)

Antico Cimitero Inglese di Livorno: sondaggio e analisi martedì, Apr 13 2010 

Stato del Cimitero (con incontro fortunato…)

Qualche settimana fa ho cominciato il primo sondaggio approfondito di questo eccezionale camposanto, avendo la fortuna di trovare al suo interno un ragazzo che aveva deciso volontariamente di ripulire la “giungla” che continua a crescervi e che letteralmente sta ingoiando i monumenti, le tombe e, con esse, i secoli di storia che stanno cercando disperatamente di arrivare fino a noi. Devo purtroppo dire che molte delle tombe sono già state “mangiate” dalla vegetazione, ed è una vera impresa tentare di capire dove si trovavano nel cimitero e quali frammenti di marmo appartengono a ciascuna, ammesso che siano ancora leggibili.
Poco sotto ho pubblicato alcune immagini dello stato delle cose e del “prima e dopo”. Il caro amico (altro…)

Il Professore Doug White all’Università della California Irvine (UCI) domenica, Nov 1 2009 

Tutto sta evolvendo così in fretta !

Sono entrato in contatto col professor White della Università della California @ Irvine in relazione ai suoi studi sulla complessità e sulle reti sociali dopo aver visitato la sua web page. Ho potuto leggere delle sue analisi delle reti genealogiche e dei P-Graphs che utilizzano il noto software Pajek creato dai Professori Andrej Mrvar e Vladimir Batagelj dell’Università di Ljubljana.

Il Professor White ha creato, immediatamente dopo esserci conosciuti, un sito wiki presso la sua Università per pubblicare i nostri scambi e-mail allo scopo di tenere il filo delle conversazioni e condividerli per eventuali collaborazioni. Il link al sito wiki si trova sulla barra di sinistra oppure basta cliccare QUI.

Oggi ha realizzato le prime visualizzazioni grafiche  (altro…)