Il Tempio Olandese-Alemanno di Livorno: chi lo ha finanziato? (parte 4) venerdì, Set 23 2011 

Ecco la quarta ed ultima parte dell’articolo dedicato al finanziamento per la costruzione del Tempio Olandese-Alemanno di Livorno (1862-1864). Le precedenti tre parti sono state dedicate ai contributori membri della Congregazione, ai livornesi non membri e ai contributori “stranieri”. Questa quarta sezione focalizza invece sulla lista dei capitani dei bastimenti che frequentavano Livorno e che hanno deciso, o sono stati convinti, a contribuire per l’edificazione del Tempio.

Le donazioni sono mediamente piú basse di quelle viste finora tranne in due o tre casi che (altro…)

Il Tempio Olandese-Alemanno di Livorno: chi lo ha finanziato? (parte 3) sabato, Set 10 2011 

Ecco la terza e penultima parte dell’articolo dedicato al finanziamento per la costruzione del Tempio Olandese-Alemanno di Livorno (1862-1864). Le precedenti due parti sono state dedicate ai contributori membri della Congregazione e ai livornesi non membri. Questa terza sezione focalizza invece sulla lista dei donatori “stranieri” ed è composta da un gran numero di istituzioni, individui e organizzazioni di mezza Europa ed alcune sul territorio italiano (Firenze, Milano, Genova, Carrara…).

I primi nominativi sono quelli dell’organizzazione protestante Gustav Adolf Verein in varie localitá del centro Europa. Il nome deriva da quello del Re di Svezia Gustavo Adolfo II e fu fondata nel 1832 a Lipsia come organizzazione assistenziale, principalmente impegnata nell’aiuto delle minoranze protestanti in vari paesi e incoraggiante il dialogo con le altre confessioni. Seguono alcune congregazioni e societá evangeliche tedesche, svizzere e quella di Firenze, vari enti governativi tedeschi (Amburgo, Brema e Hannover) e una serie di cittá dove sono state effettuate collette e raccolte di denaro, tra le quali si distinguono Rotterdam e Ginevra per la particolare generositá.

Vi sono poi due donazioni individuali di particolare pregio, quella della (altro…)

Il Tempio Olandese-Alemanno di Livorno: chi lo ha finanziato? (parte 2) giovedì, Set 8 2011 

Questa è la seconda parte dell’articolo dedicato al finanziamento per la costruzione del Tempio Olandese-Alemanno di Livorno (1862-1864). La prima parte era dedicata alla presentazione della lista dei contributori che erano anche membri della Congregazione stessa, questa lista invece presenta i contributori livornesi non membri. (altro…)

Il Tempio Olandese-Alemanno di Livorno: quanto è costato? mercoledì, Set 7 2011 


Continuando sull’argomento della costruzione del Tempio Olandese-Alemanno di Livorno, il fascicoletto citato in questo post contiene una sezione relativa alle spese affrontate per questo progetto. Ecco quindi il documento, di indubbio interesse storico. Tutte le cifre sono espresse in (altro…)

Il Tempio Olandese-Alemanno di Livorno: chi lo ha finanziato? (parte 1) mercoledì, Set 7 2011 

Il Tempio Olandese-Alemanno di Livorno fu costruito negli anni 1862-1864 su progetto dell’architetto Dario Giacomelli, in stile neogotico. Alla Biblioteca Labronica di Livorno abbiamo trovato un fascicolo intitolato “Rendimento di conti delle entrate e spese avute dalla congregazione olandese-alemanna di Livorno per l’edificazione della chiesa”  del 1867, 3 anni dopo la costruzione dell’edificio. Questo libretto rappresenta un interessante pezzetto di storia essendo una sorta di fotografia della comunita’ protestante livornese della seconda meta’ dell’Ottocento, e comprende una serie di liste di contributori che parteciparono al finanziamento del tempio e una lista della spesa totale per la sua costruzione.

In questa prima parte presento la lista degli oltre 54 contribuenti, composta da coloro (altro…)

Testamenti e Amministrazioni Ugonotte in Inghilterra e Irlanda 1617-1849 lunedì, Nov 2 2009 

Finalmente ho terminato l’analisi e l’integrazione di questa eccellente fonte nel database. La cosa ha richiesto più di un mese !

Questo libro è stato pubblicato come numero LX (60) nella “Quarto Series” della Huguenot Society of Great Britain and Ireland.

Dai un’occhiata al volantino PDF e ai dettagli bibliografici.