La Camera di Commercio di Livorno: breve nota sulle origini. giovedì, Set 1 2011 

Come ci raccontano Vittorio Marchi e Ugo Canessa nella loro mastodontica opera di 4 volumi sulla Storia della Camera di Commercio di Livorno(*), un antenato di questa istituzione puo’ essere identificato nella Deputazione formata dal Governatore della citta’, dai Consoli e da almeno quattro mercanti, creata nel 1642 per volonta’ del Granduca di Toscana. La Deputazione venne poi riformata nel 1692 e, dal 1717, venne chiamata Deputazione del Commercio o Consiglio del Commercio. In questo periodo i Deputati eletti erano otto, meta’ Toscani e meta’ stranieri: (altro…)

Annunci

E’ il 1644* l’anno di fondazione dell’Antico Cimitero degli Inglesi di Livorno? Il testamento di Daniel Oxenbridge. martedì, Ago 23 2011 

* Nuovo Stile

Come chiunque puo’ verificare recandosi a Livorno, in Via Verdi, presso l’ingresso della “Misericordia” e dell’Antico Cimitero degli Inglesi, il Comune ha indicato il sito storico-monumentale con un piccolo pannello marrone che stabilisce il 1737 come anno di fondazione del cimitero. Questa data e’ sempre stata contestata dagli storici, visto anche che la prima lapide risale al 1646, ma alcuni avevano avanzato l’ipotesi che le tombe piu’ antiche fossero in realta’ state trasportate da ville private e messe nel cimitero a una data posteriore o coincidente con la data dell’autorizzazione ufficiale. L’evidenza suggerisce pero’ che questa spiegazione sia quantomeno inaccurata e che il cimitero sia stato fondato (altro…)

Montgomery Carmichael sull’Antico Cimitero degli Inglesi di Livorno martedì, Apr 13 2010 

Il testo che segue, scritto dal Carmichael, è la bella introduzione al libro “The inscriptions in the Old British Cemetery of Leghorn” di Gery Milner-Gibson-Cullum e Francis Campbell Macauley (1906). Ho cercato di riportarlo qui integralmente con le note e aggiungendo alcuni links ipertestuali.

To read his monuments, to weigh his dust,
Visit his vaults, and dwell among the tombs.
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
I widen my horizon, gain new powers,
See things invisible, feel things remote,
Am present with futurities; think nought
To man so foreign, as the joys possest,
Nought so much his as those beyond the grave.
YOUNG.

It was not without considerable diffidence that (altro…)

Una disputa del 1898 sulla sepoltura di Tobia Smollett a Livorno mercoledì, Apr 7 2010 

Nel periodico inglese “Notes and Queries”, anno 1898, 9° serie, vol.1, p.201, 309 e 510 apparve un interessante scambio di vedute tra il capitano della Marina Inglese James Buchan Telfer e il Vice-Console Britannico a Livorno Montgomery Carmichael. Ho pensato che fosse interessante pubblicare sul sito le copie digitali di quegli articoli, (altro…)

Amelia Evans Barry (1744-1835) lunedì, Nov 9 2009 

Detail of Lewis Evans' Map of Delaware, 1755

Amelia Evans Barry si “materializzò” durante le ricerche in collaborazione con la mia lontana cugina Hélène Koehl (discendente di Amelia). Insieme riuscimmo a trovare il bandolo di una matassa piuttosto intricata e svelammo la sua identità. Alcuni punti chiave per la risoluzione del mistero furono: il nome di battesimo di una delle sue figlie Philotesia Jeannetta; uno scritto di Nicholas Brooke che rivelò il nome dell’autrice del romanzo  “Maria, a Persian slave” e il dizionario dell’ Ingamells che ci assistette più volte.

Hélène Koehl si mise quindi a scrivere la storia della sua antenata mentre io continuai (altro…)