Cenni sulle ditte Modigliani di Livorno nel XIX secolo. mercoledì, Dic 25 2019 

matteo_piazza_vittorio_emanuele_ii_1900

Piazza Vittorio Emanuele, 1900. © Mario Di Chiara

Queste brevi note sono da inserirsi nell’ambito di un più ampio progetto di ricerca documentaria sulle reti familiari, economiche e sociali della famiglia Modigliani-Garsin di Livorno che è stato incoraggiato dall’amico Mario Di Chiara, storico della fotografia, collezionista e consulente RAI.

In coincidenza del centenario dalla scomparsa del pittore e scultore Amedeo Clemente Modigliani (1884-1920), a fronte di una vastissima bibliografia pregiudicata da interpretazioni di carattere romanzesco e dalla quasi totale assenza di ricerca documentaria e prosopografica, si è avvertito il bisogno di affrontare ex-novo la questione delle sue origini livornesi, che troppo spesso sono state trascurate dall’industria culturale, falsandone la possibile collocazione nel contesto socio-culturale che ne determinò la formazione.

In parallelo alle fondamentali indagini genealogiche, è scaturita la necessità di ricostruire e comprendere la composizione di alcune attività commerciali sorte a Livorno nel XIX secolo. Di queste denominazioni, citate su alcune corrispondenze aziendali rinvenute di recente, si voleva accertare l’eventuale legame con la famiglia dell’artista. A questo scopo sono state esaminate le carte del fondo “Antiche Ditte” dell’Archivio della Camera di Commercio di Livorno dalle quali sono emerse le seguenti denominazioni sociali:

1 – Modigliani & C. (due società: 1852-1853 e 1869-) poi Modigliani Salomone & C.
Attività: cambio valute e società mercantile (lastre, cristalli, bande stagnate, ecc.).
Titolari: Abramo di Flaminio Modigliani e poi Salomone di Giuseppe David Modigliani.

2 – Modigliani Alberto & C (1891-1894)
Attività: Società in accomandita.
Titolare: Alberto Modigliani, altri.

3 – Modigliani Angiolo & Salomone (1849-1859) poi Modigliani e Gamucci. Successori di Azzazia Vita Leucci.
Attività: Fabbrica di vetrami e bottiglie.
Titolari: Angiolo e Salomone Modigliani, altri soci: Gabriello De Paz e Angiolo Garbi.

4 – Modigliani Emanuel di A.V. & C. (1867-1874) poi Modigliani Fratelli, di Emanuele.
Titolari: Alberto, Isacco e Flaminio Modigliani e il padre Emanuele.

5 – Modigliani Josef David (1825)
Attività: Compravendita di manifatture.
Titolari: Josef David Modigliani.

6 – Modigliani Salomone & C. (1859-1869), successori di Modigliani & C.
Attività: Compravendita merci, fabbricazioni e depositi di lastre e vetrami.
Titolari: Salomone Modigliani, altri soci: Guglielmo Franco e Beniamino Soria poi Elisa Soria vedova Modigliani e Allegra Franco vedova Modigliani. Poi Giulio, Carolina, Giuseppe e Amelia figli di Salomone Modigliani.

7 – Modigliani e Tagiuri (1898-1902)
Attività: Assicurazioni, rappresentanti della Riunione Adriatica di Sicurtà e Assicuratrice Italiana.
Titolari: Vittorio S. Modigliani e Augusto Tagiuri.

Modigliani & Tagiuri © Mario Di Chiara

8 – Vetreria Italiana Balzaretti, Modigliani & C. (1893-1909) – Parte del “Consorzio delle Fabbriche Vetrarie” di Milano.
Attività: Fabbrica di vetro.
Titolari: Vittorio Balzaretti, Giuseppe Modigliani.

Balzaretti, Modigliani & C. © Mario di Chiara

Di tutte queste ditte (oltre ad altre due riferibili alla famiglia Garsin), sono stati identificati i titolari grazie alla ricostruzione minuziosa della genealogia dei diversi nuclei Modigliani presenti a Livorno e in Toscana nell’Ottocento. Tale ricerca è stata resa tuttaltro che agevole dalla presenza di numerose famiglie Modigliani e alleate, non sempre collegabili tra loro, sparse in varie città toscane e con la caratteristica di nomi propri ricorrenti e elevata endogamia. Si pensi che nelle carte del censimento toscano del 1841 sono rintracciabili circa 70 persone con patronimico Modigliani.

Questo studio, qui sommariamente citato, andrà a integrare una futura pubblicazione.

Si ringraziano gli archivi della Camera di Commercio e dello Stato Civile del Comune di Livorno.

Matteo Giunti

Il padrino dei trovatelli di Livorno (appunti di ricerca) giovedì, Giu 27 2019 

C’è un personaggio particolare a Livorno, che trovavo di continuo durante le mie ricerche; un nome che appariva troppo spesso, come padrino, di tanti neonati, anzi tantissimi.

Mi sono deciso di capirne di più, ed ho iniziato a cercarlo sistematicamente invece di farmelo capitare per caso, ed è così che finalmente ho scoperto l’arcano dietro al famigerato, per me, nome di Giovacchino Parenti.

Giovacchino era nato intorno al 1777 a Firenze e si era sposato intorno al 1807 con Maria Anna Dazzi. Lo ritroviamo come servente e portinaio dell’ospedale femminile di S. Barbara della Misericordia di Livorno a partire dal maggio del 1812.

In quel mese inizia a comparire (altro…)

La nonna materna di Cavour è sepolta a Livorno: breve resoconto della scoperta. mercoledì, Apr 18 2018 

In Italia, nonostante una radicata cultura religiosa, lo studio dei cimiteri è un
argomento poco trattato rispetto ad altri paesi, in cui godono, invece, di maggiori
attenzioni. Ecco perché, quando si studiano i cimiteri di Livorno e i loro archivi, il
potenziale di fare scoperte è certamente elevato, dato che solo pochi studiosi ne
hanno analizzato a fondo alcuni aspetti; questa è una delle ragioni che hanno
alimentato la mia curiosità e il mio impegno in questa ricerca, che perdura da quasi
vent’anni.

Recentemente ero impegnato nello spoglio di un interessante registro (altro…)

E’ il 1644* l’anno di fondazione dell’Antico Cimitero degli Inglesi di Livorno? Il testamento di Daniel Oxenbridge. martedì, Ago 23 2011 

* Nuovo Stile

Come chiunque puo’ verificare recandosi a Livorno, in Via Verdi, presso l’ingresso della “Misericordia” e dell’Antico Cimitero degli Inglesi, il Comune ha indicato il sito storico-monumentale con un piccolo pannello marrone che stabilisce il 1737 come anno di fondazione del cimitero. Questa data e’ sempre stata contestata dagli storici, visto anche che la prima lapide risale al 1646, ma alcuni avevano avanzato l’ipotesi che le tombe piu’ antiche fossero in realta’ state trasportate da ville private e messe nel cimitero a una data posteriore o coincidente con la data dell’autorizzazione ufficiale. L’evidenza suggerisce pero’ che questa spiegazione sia quantomeno inaccurata e che il cimitero sia stato fondato (altro…)

Jamaicani a Livorno sabato, Mag 8 2010 

Camminando tra le tombe dell’Antico Cimitero Inglese di Livorno, può capitare di trovarsi di fronte lapidi di persone provenienti da ogni parte del mondo. Livorno aveva, ovviamente, relazioni con molte città portuali e ogni sorta di prodotto transitava da qui grazie agli accordi tra mercanti di tutto il mondo.

Recentemente mi è capitato di notare un paio di iscrizioni riguardanti la Jamaica:

“Sacred to the memory of (altro…)

Una “scoperta” inattesa: il padre di Mariana Starke è a Livorno mercoledì, Apr 28 2010 

Durante un’analisi della Master List alla ricerca di errori e distrazioni, mi sono soffermato su un nome, Richard Starke. L’avevo visto altre volte ma probabilmente in modo distratto. “Starke” era per me sinonimo di Mariana Starke, la nota diarista di viaggio, ma (altro…)

Antico Cimitero Inglese di Livorno: frammenti venerdì, Apr 23 2010 

Proseguiamo sull’argomento dei frammenti. Ecco un esempio dettagliato del processo di analisi e attribuzione dei frammenti alle tombe originali tramite l’uso di alcuni semplici strumenti informatici.

Qualche giorno fa, durante la pulizia di una parte della zona C1, vicino alla tomba di Honoria Stacpoole,  abbiamo trovato tracce di (altro…)

Antico Cimitero Inglese di Livorno: aggiornamento martedì, Apr 20 2010 

L’indagine prosegue quotidianamente. Con oggi ho potuto esaminare 411 tombe e fare fotografie a 315 di esse (77%).

La copertura delle sei zone è al momento la seguente:

A1: 100%  B1: 97,1%  C1: 88,5%  A2: 97,4%  B2: 33,6%  C2: 85,7%

Stiamo avendo grossi problemi con le (altro…)

Antico Cimitero Inglese di Livorno: sondaggio e analisi martedì, Apr 13 2010 

Stato del Cimitero (con incontro fortunato…)

Qualche settimana fa ho cominciato il primo sondaggio approfondito di questo eccezionale camposanto, avendo la fortuna di trovare al suo interno un ragazzo che aveva deciso volontariamente di ripulire la “giungla” che continua a crescervi e che letteralmente sta ingoiando i monumenti, le tombe e, con esse, i secoli di storia che stanno cercando disperatamente di arrivare fino a noi. Devo purtroppo dire che molte delle tombe sono già state “mangiate” dalla vegetazione, ed è una vera impresa tentare di capire dove si trovavano nel cimitero e quali frammenti di marmo appartengono a ciascuna, ammesso che siano ancora leggibili.
Poco sotto ho pubblicato alcune immagini dello stato delle cose e del “prima e dopo”. Il caro amico (altro…)

Consoli Inglesi a Livorno domenica, Ott 25 2009 

British Consulate Leghorn stampSto cercando di costruire una lista cronologica dei Consoli Inglesi di Livorno il più completa possibile da usare come strumento. Ho evidenziato i Consoli che  (altro…)